Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Corsi di lingua e cultura italiana e altre iniziative scolastiche: nuova circolare per enti gestori e promotori

Data:

11/08/2020


Corsi di lingua e cultura italiana e altre iniziative scolastiche: nuova circolare per enti gestori e promotori

A seguito dell’entrata in vigore del Decreto Legislativo 64/2017 - che ha delineato un sistema integrato della formazione italiana nel mondo, comprensivo di scuole statali, scuole paritarie, scuole non paritarie, scuole straniere in cui si insegna italiano, corsi di lingua e cultura e lettorati – è stata adottata dal MAECI una nuova circolare, la n. 3 del 2020, in sostituzione della n. 13 del 2003. Detta circolare ha lo scopo di razionalizzare e ottimizzare le risorse che riguardano, tra l'altro, i contributi del capitolo 3153, destinati ai corsi di lingua e cultura italiana e altre attività di promozione linguistica, anche a carattere curricolare, degli "enti gestori".

Principali cambiamenti:

- l'accento non viene piu' posto sulle attivita' di carattere assistenziale ma su quelle di natura promozionale;

- non viene piu' richiesto un bilancio rappresentativo di tutte le attivita', entrate e voci di spesa e voci di spesa, quanto un progetto, anche di natura biennale, con erogazioni suddivise in piu' tranche e collegate alla cassa e competenza di ciascun esercizio finanziario, nonché all'andamento delle attivita' didattiche;

- i progetti sono commisurati agli anni scolastici e non piu' agli anni solari;

- le attivita' che possono essere oggetto di contributo ministeriale attengono ai segmenti scolastici sino alla secondaria di secondo grado (dal sostegno ministeriale rimangono esclusi i corsi per adulti);
gli enti richiedenti il contributo si devono registrarsi per una durata quadriennale presso un apposito albo consolare;

- è prevista la realizzazione di un apposito applicativo informatico, che possa in automatico calcolare totali, percentuali, tassi di cambio, correggendo eventuali errori di compilazione, a disposizione degli Enti interessati.

La circolare n.3 del 2020 si applica a partire dall’anno scolastico 2021, per il calendario australe, e dall’anno scolastico 2021/2022 per il calendario boreale. Fino ad allora si applicheranno per i due calendari le disposizioni di cui alla Circolare n. 13/2003, secondo le seguenti modalità transitorie.

Per gli enti che seguono il calendario boreale:

- la richiesta di contributo ministeriale per il 2021 sarà suddivisa in due distinte domande: la prima, da presentare all’Ufficio diplomatico-consolare entro il 15 settembre 2020 e da inviarsi al MAECI entro il 15 ottobre 2020, per le attività relative al periodo da gennaio fino a conclusione dell’a.s. 2020/2021 secondo le disposizioni di riferimento richiamate nella Circolare n. 13/2003; la seconda, da presentare sempre all’Ufficio diplomatico-consolare entro il 1 marzo 2021 e da inviarsi al MAECI entro il 1 aprile 2021, per i progetti che inizieranno con l’anno scolastico 2021/2022 seguendo le disposizioni della presente Circolare;

- per la rendicontazione del periodo da gennaio 2021 alla fine dell’a.s. 2020/2021, l’ente presenterà il bilancio consuntivo, secondo le disposizioni della Circolare n. 13/2003, entro 30 giorni dalla conclusione dell’anno scolastico.

Per gli enti che seguono il calendario australe:

- la richiesta di contributo ministeriale per i progetti che iniziano con l’anno scolastico 2021 dovrà essere presentata all’Ufficio diplomatico-consolare entro il 15 ottobre 2020, sulla base della presente Circolare, da inviarsi poi al MAECI entro il 15 novembre successivo.

L’indirizzo email di riferimento per il Qatar è doha.culturale@esteri.it

CIRCOLARI:

Circolare n.3/020

Circolare n. 13/2003

MODULISTICA

PRESENTAZIONE PROGETTO

ALLEGATO a cura dell’ente richiedente il contributo ministeriale

ALLEGATO a cura del dirigente scolastico

RENDICONTAZIONE PROGETTO

ALLEGATO a cura dell’ente beneficiario del contributo ministeriale

ALLEGATO a cura del dirigente scolastico


507