Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Festa della Repubblica: il discorso dell'Ambasciatore Salzano

Data:

27/06/2018


Festa della Repubblica: il discorso dell'Ambasciatore Salzano

Sua Eccellenza Sheikh Ahmad bin Jassim bin Mohammad Al Thani, Ministro dell’Economia e Commercio dello Stato del Qatar,
Sua Eccellenza Dr Ahmad bin Hasan Al Hammadi, Segretario Generale del Ministero degli Esteri dello Stato del Qatar,
Sua Eccellenza Generale Giovanni Nistri, Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri,
Sua Eccellenza Ambasciatore Ibrahim Yousif Fakhroo, Capo del Cerimoniale del Ministero degli Affari Esteri,
Sua Eccellenza Ali Ibrahim Ahmed, Ambasciatore dello Stato dell’Eritrea in Qatar e Decano del Corpo Diplomatico,

Colleghi Ambasciatori, distinti ospiti e amici, cari connazionali,


Good evening. Buonasera. Masa al hair


Benvenuti alla 72° Festa della Repubblica italiana e benvenuti in Italia, piu’ precisamente a Milano, nella Galleria! Siamo lieti di essere tornati ad Al Hazm per il secondo anno consecutivo, per celebrare la Festa della Repubblica. Questa sera la Galleria e la Piazza sono illuminate in nostro onore dai colori della bandiera italiana.


Permettetemi di ringraziare tutti gli sponsor che hanno contribuito all’organizzazione di questo evento, in particolare i nostri Platinum sponsor: la società italiana ANAS, il Ristorante Italiano SASSO e HORATII Tiramisu’ Lounge.


Quest’anno siamo particolarmente onorati della presenza del Comandante dell’Arma dei Carabinieri, Generale Giovanni Nistri.
Siamo profondamente grati ai Carabinieri per il loro importante ruolo. Al di là del loro impegno sul territorio nazionale, i Carabineri operano all’estero in molte aree di crisi e lavorano a stretto contatto con la diplomazia per la difesa della pace e della stabilità, per la protezione del patrimonio culturale e dell’ambiente. Grazie a tutte le donne e gli uomini dell’Arma dei Carabinieri per il loro servizio alla Nazione e per la sicurezza delle nostre Ambasciate.


Signore e Signori,
Amici,
Un anno fa, nel mio discorso in occasione della mia prima Festa della Repubblica Italiana a Doha, avevo sottolineato il grande potenziale di collaborazione tra Italia e Qatar. Oggi ho il privilegio di vedere quella fiducia concretizzatasi in importanti risultati, raggiunti ad un ritmo davvero straordinario.


Il dialogo politico tra i nostri due governi è diventato più forte che mai: in meno di otto mesi il Premier Gentiloni e quattro Ministri si sono recati in visita in Qatar. Il Ministro degli Affari Esteri e il Ministro della Difesa hanno effettuato due visite. L’interscambio bilaterale ha raggiunto i 2,3 miliardi di euro nel 2017, con un incremento del 9% rispetto al 2016. La presenza di aziende italiane in Qatar è più ampia e trasversale a tutti i principali settori, anche grazie all’eccellente lavoro svolto dall’Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane (ICE) e dalla Camera di Commercio Italiana. Gli investimenti del Qatar in Italia si sono notevolmente espansi.


I dati economici sono importanti, ma la misura più efficace della profondità e forza della nostra amicizia è certamente la capacità di stare uniti sia in momenti di successo che di difficoltà, proprio come fanno gli amici. Il Qatar ha di recente superato molte difficoltà. Il suo popolo ha dato orgogliosamente prova dell’unità del Paese e la sua saggia leadership ha mostrato una eccezionale abilità nel gestire con efficacia le crisi regionali, sia a livello economico che sociale.
In questo scenario regionale complesso, le politiche di diversificazione commerciale e di sviluppo della produzione nazionale avviate dal Qatar stanno aprendo ad una maggiore collaborazione bilaterale.
Lo sviluppo infrastrutturale continua ad un ritmo rapido e numerose imprese italiane sono impegnate nella progettazione e costruzione di stadi, della rete metropolitana e di ospedali che contribuiscono alla gestione dell’ampio numero di visitatori attesi in occasione dei Mondiali di Calcio del 2022.
Siamo particolarmente orgogliosi che l’azienda italiana ANAS, leader nello sviluppo stradale, sia stata scelta da Ashgal per il controllo di qualità in tutti progetti di reti stradali in Qatar e che un consorzio italiano sia stato scelto per progettare il nuovo centro di stoccaggio alimentare nel Porto di Hamad.

La difesa rappresenta sempre piu’ un settore chiave per il dialogo e la collaborazione istituzionale. In occasione di DIMDEX 2018, che ha visto una straordinaria partecipazione di imprese italiane, i nostri Ministro della Difesa e Capo di Stato Maggiore della Marina hanno visitato Doha; poco dopo, i Capi di Stato Maggiore delle Forze Armate Italiano e Qatarino si sono incontrati per discutere dei nuovi programmi e di quelli in corso, attraverso i quali centinaia di ufficiali della Marina e dell’Aereonautica del Qatar si addestreranno in Italia. Siamo lieti di condividere con loro la nostra expertise in questo campo.


Signore e signori,


la collaborazione tra Italia e Qatar non si esprime solo a livello bilaterale, ma anche nei forum multilaterali e nelle organizzazioni internazionali, specialmente nell’ambito del sistema delle Nazioni Unite.
A questo proposito, permettetemi di trattare due punti importanti relativi alla protezione dei diritti umani. Primo, come membro dell’Organizzazione Internazionale del Lavoro e come Paese ospitante del suo ufficio di formazione nella città di Torino, l’Italia accoglie positivamente la recente apertura del primo project office dell’ILO a Doha, che rientra nell’ambizioso percorso di riforma, già iniziato dal Qatar, finalizzato al miglioramento delle condizioni di recruitment e impiego in tutto il Paese. L’apertura di questo ufficio mostra il serio impegno del Qatar cooperare con i partner ed in linea con gli standard internazionali. Secondo, siamo lieti di condividere quest’anno con il Qatar la presidenza del Gruppo di Amici per la Responsabilità di Proteggere alle Nazioni Unite, che opera per favorire una maggiore tutela delle popolazioni a rischio di genocidio, crimini di guerra, pulizie etniche e crimini contro l’umanità.

Signore e signori,
Amici,


nella straordinaria architettura italiana di questa Galleria, non posso non ribadire la nostra cooperazione nel settore culturale. Sua Altezza la Sceicca Mayassa ha recentemente evidenziato che la richiesta di presenza di cultura italiana sta crescendo sempre piu’ in Qatar e noi stiamo lavorando con le istituzioni qatarine per soddisfare questa esigenza con piu’ attività e programmi congiunti nell’arte, nei musei, nel cinema e nella protezione del patrimonio culturale.
La decisione del Ministro degli Esteri italiano Angelino Alfano di inaugurare a Doha gli eventi della Giornata del Design Italiano nel mondo, scegliendo il Qatar tra 100 Paesi, riflette il nostro impegno per intensificare la cooperazione bilaterale in questo campo.
Italia e Qatar fanno squadra anche nello sport. Qatar Airways è recentemente diventata lo sponsor ufficiale della squadra di calcio AS Roma. Le competizioni sportive richiamano a Doha i nostri migliori campioni ed atleti. Il Campionato Mondiale di Ginnastica Artistica il prossimo Ottobre, il Campionato Mondiale di Atletica nel 2019, la MotoGP e per non menzionare i Mondiali di calcio FIFA del 2022, danno un’idea del ruolo cruciale dello sport in Qatar. Questo significa sempre piu’ tifosi italiani a Doha!

Questi contatti tra popoli – tra i nostri imprenditori, artisti, ricercatori e giovani atleti – costituiscono i pilastri su cui si fonda la nostra amicizia. E sono ora facilitati da un ancor piu’ forte legame. La nuova Air Italy – nata dalla partnership tra Meridiana e Qatar Airways – avvicinerà i nostri Paesi, aggiungendo nuove connessioni e destinazioni. Lunedì prossimo, avrò l’onore di presenziare alla conferenza stampa ed alla cerimonia per la consegna a Milano Malpensa del primo aereo ad Air Italy assieme al CEO di Qatar Airways, Sua Eccellenza Akbar Al Baker.


Permettetemi di concludere rivolgendomi ai mei connazionali.

Cari Connazionali,
Desidero darvi un benvenuto caloroso e speciale: oggi celebriamo assieme, con orgoglio, ciò che abbiamo saputo costruire con ingegno e dedizione nel nostro Paese e che portiamo con noi in tutto il mondo e qui in Qatar.
Nell’arco di questo mio primo anno in Qatar ho avuto modo di conoscervi, collaborare insieme a voi e partecipare ai vostri successi professionali che sono i successi di tutto il nostro Sistema Italia.
Rimanendo uniti, facendo squadra, raggiungeremo assieme obiettivi ancora più importanti, per noi stessi e per la Repubblica che abbiamo l’onore di rappresentare in Qatar.
Grazie a tutti e viva l’Italia, viva il Qatar!


262