Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

MOBILITA’ DA/PER IL QATAR

 

MOBILITA’ DA/PER IL QATAR

MISURE IN USCITA DAL QATAR:

Non sussistono restrizioni all’uscita dal Qatar di cittadini stranieri, che rimane sempre possibile.

MISURE IN INGRESSO IN QATAR:

Le Autorità locali hanno adottato nuove disposizioni in vigore dal 1 agosto 2020 che consentono ai cittadini stranieri titolari di permesso di soggiorno di entrare in Qatar. Per chi proviene da un elenco di Paesi considerati a basso rischio, tra cui l'Italia, è previsto all'arrivo l'isolamento domiciliare a determinate condizioni.

Tutte le informazioni e la lista completa dei paesi a basso rischio sono riportate ai seguenti siti governativi:

https://covid19.moph.gov.qa/EN/Pages/Countries-Classified-Low-Risk-of-COVID-19.aspx

https://www.gco.gov.qa/en/2020/07/21/government-communications-office-statement-on-qatars-travel-policy-during-the-gradual-lifting-of-covid-19-restrictions/

Il reingresso dei residenti sarà organizzato e autorizzato sulla base di una serie di priorità tra cui indicatori di salute pubblica, esigenze del settore governativo, privato e casi umanitari, attraverso il sito "Qatar Portal": 

https://portal.www.gov.qa/wps/portal/qsports/home/!ut/p/a1/04_Sj9CPykssy0xPLMnMz0vMAfGjzOJNHT0cDT2dDdwtfL0tDAJ9LS0sgl0tjNxdzYEKIoEKDHAARwNC-sP1o8BK8JgQnFikX5AbYaDrqKgIABemRiE!/dl5/d5/L0lHSkovd0RNQUZrQUVnQSEhLzRKU0UvZW4!/?changeLanguage=en

Ulteriori informazioni sul sito del Ministero della Salute e al Government Contact Centre, hotline 109.

Il datore di lavoro dovrà sostenere i costi della quarantena nelle strutture dedicate per gli operai nel settore privato e per i lavoratori domestici  dopo aver ottenuto l’autorizzazione all'ingresso.

QUARANTENA

Le informazioni pubblicate dal Ministero della Salute sull'isolamento domiciliare sono consultabili al seguente link: https://www.moph.gov.qa/english/Pages/home-quarantine.aspx

1. Arrivi da paesi a “basso rischio”.

I passeggeri dovranno sottoporsi ad un tampone all'arrivo in aeroporto. Qualora nei paesi a basso rischio vi siano centri accreditati per il test del Covid-19, l’ottenimento di un certificato di negatività al Coronavirus entro 48 ore massimo dalla partenza esenta i passeggeri dal sottoporsi al test in aeroporto in Qatar. All'arrivo i passeggeri saranno tenuti a sottoscrivere un impegno formale a rispettare l’obbligo di quarantena presso la propria abitazione per una settimana. Lo status dell’interessato sull'applicazione Ehteraz sarà di conseguenza “giallo”.

Al termine della settimana di isolamento domiciliare, l’interessato dovrà recarsi presso uno dei centri sanitari dedicati per effettuare un secondo tampone:

- in caso di esito negativo, il periodo di quarantena terminerà e lo status sull'applicazione Ehteraz sarà modificato in “verde”.
- in caso di risultato positivo, l’interessato sarà trasferito in isolamento.

La lista dei paesi a basso rischio è soggetta ad aggiornamento periodico.

2. Arrivi da paesi NON inclusi nella lista dei paesi a basso rischio ma con centri accreditati per i test Covid-19.

I passeggeri sono obbligati a presentare un certificato di negatività ottenuto entro 48 ore massimo dalla partenza. Saranno sottoposti ad obbligo di quarantena presso la propria abitazione alle stesse condizioni dei passeggeri provenienti da paesi a basso rischio.

3. Arrivi da paesi NON inclusi nella lista dei paesi a basso rischio e privo di centri accreditati per i test Covid-19.

I passeggeri dovranno effettuare il periodo di quarantena in hotel a loro spese per la durata di una settimana. La prenotazione dovrà essere effettuata preventivamente alla partenza e attraverso il sito “Discover Qatar". Al termine della settimana di isolamento in hotel, saranno sottoposti ad un tampone e in caso di esito negativo, la seconda settimana di quarantena potrà essere effettuata presso la propria abitazione.

4. Categorie ammesse ad effettuare la quarantena a domicilio, a prescindere dal Paese di provenienza.

Il Ministero della Salute del Qatar ha stabilito le seguenti categorie certificate ammissibili alla quarantena presso la propria abitazione:

- Persone con età superiore ai 55 anni;
- Persone che hanno subito un trapianto;
- Persone sottoposte a terapia immunosoppressiva;
- Persone con patologie cardiache;
- Persone che soffrono di forme da moderate a grave di asma;
- Persone sottoposte a cure oncologiche;
- Donne in stato di gravidanza;
- Madri che devono accudire bambini fino a 5 anni di età;
- Persone che soffrono di insufficienza renale;
- Persone che soffrono di patologie epatiche croniche;
- Persone con amputazioni agli arti inferiori;
- Persone con disabilità che richiedono assistenza per lo svolgimento di attività;
- Bambini disabili e le loro madri;
- Persone sottoposte a cure per epilessia;
- Persone con piede diabetico;
- Persone con un parente in linea diretta deceduto nei dieci giorni prima dell’arrivo;
- Persone sottoposte a cure per disturbi mentali e psichiatrici;

- Persone che soffrono di claustrofobia;

- Persone in cura per diabete;

- Persone con ipertensione.

OBBLIGO DI PRESENTAZIONE DI TEST NEGATIVO PER IMBARCO

Qatar Airways ha annunciato che a partire dal 13 agosto sarà obbligatorio per i passeggeri provenienti da Bangladesh, Brasile, Iran, Iraq, Pakistan, Filippine e Sri Lanka presentare al check-in il certificato di PCR test con esito negativo rilasciato entro 96 ore dalla partenza per procedere all’imbarco. I certificati dovranno essere rilasciati da centri e laboratori approvati dalla compagnia aerea. La lista di paesi interessati includerà anche Armenia, India, Nepal, Nigeria e Russia non appena verranno riattivati i collegamenti aerei. I bambini di età inferiore ai 12 anni sono esenti dall’obbligo di test se accompagnati nel viaggio da famigliari con test negativo. E’ necessario compilare un consent form.

Tutte le informazioni sono disponibili sul sito internet di Qatar Airways al seguente link https://www.qatarairways.com/en/travel-alerts/COVID-19-update.html

 


499